Category: Uncategorized


La notte dei desideri.

Vorrei che gli addii non fossero per sempre.
Vorrei che la pioggia fosse solo del tipo che ti accarezza il volto, e non come quando ti pizzica e ti raffredda.
Vorrei  che fossero rispettati tutti gli articoli della Costituzione, compreso quello che dice che i figli non si abbandonano… mai. Vorrei che un genitore fosse per sempre, un po’ come ‘’i diamanti’’. Vorrei che un amico fosse tale anche nel momento del bisogno, ma che dico… soprattutto nel momento del bisogno.
Vorrei che non ci fossero gattini abbandonati che muoiono ai lati delle strade o che piangono sotto le finestre per avere un po’ di cibo.
E  vorrei che le persone non gridassero così forte quando si sentono ferite, e che le ferite siano solo piccole lesioni che con il Cicatrene vanno via. E vorrei che sui marciapiedi non ci fossero barboni che stanno male sul serio, che sul serio non hanno di cosa mangiare, ma solo quelli finti, che quando ‘’non fanno i barboni’’ sono persone come tutte le altre.

Vorrei che non ci fossero ali spezzate, cuori infranti e lacrime versate.
Vorrei salutare ‘tutti i miei genitori’ nel senso di ‘tutte le persone che mi hanno insegnato qualcosa di grande, un po’ come fanno i genitori’. E chissà… magari vorrei anche la pace nel mondo.

Questi sono i desideri di una bimba troppo bimba per vivere nel mondo degli adulti. O forse sono i sogni di un’adulta che vorrebbe ancora vivere nel mondo dei bimbi.

Annunci

Condizioni meteo-cuore.

Stupida monotonia che mi porta via, mi fa restare, non mi fa andare. E i giorni passano ma i pensieri no. E la pioggia cade e porta con sè anche qualche lacrima. Rimpianti di un’estate ormai finita che non tornerà, come tutti i momenti, le emozioni e i ricordi.
Stupida monotonia che mi fa sentire in gabbia, ma una gabbia confortevole e accogliente, che mi tiene al caldo e al coperto, nonostante tutto. E se uscissi fuori? Potrebbe essere bello, ma anche molto brutto. E potrebbe piovere per sempre in un luogo desolato senza un posto dove ripararsi. E se fosse così? Non sarebbe meglio rimanere in questa stupida gabbia che ho costruito per evitare accuratamente ogni tipo di rischio?
Vorrei uscire solo quando avrà smesso di piovere.
Ma ormai è autunno, e in autunno piove sempre.

Declaration Of Dependence.

Ne passerà di tempo…

Chissà come vanno a finire poi queste storie. Chissà se poi ci si rincontra a quarant’anni e si è amici come mai. Magari parleremo del più e del meno, degli affari, del  lavoro, guardandoci negli occhi e ricordando i lontani sguardi passionali come una semplice espressione di giovinezza.
Chissà se invece nel tempo si conserva sempre quella parte di me che ora mi manda il cervello in effusione. Chissà se tra dieci anni quando incontrerò il tuo sguardo sarà sempre così maledettamente bello.

 

Alcuni addii non sono per sempre. Non sono la fine.

Semplicemente significano:

‘Mi mancherai finché non ci incontreremo di nuovo’.

E’ proprio vero che bisogna vivere ogni attimo. Ma non perchè la vita scorre o il tempo è veloce. Semplicemente perchè le cose si rovinano con una facilità estrema.

Image

Loneliness.

Image

Heart skipped a beat

Non eri vicino, non eri abbastanza vicino a me.
Il cuore ha saltato un battito.. e quando l’ho catturato.. tu non eri più qui.
Ma sono sicura, sono sicura che tu l’hai sentito un attimo prima di me.