Non ne posso più di questi maglioni a collo alto, e del fatto che bisogna sempre coprirsi, perchè senò ci si raffredda e si tappano le orecchie… Non ne posso più di vestiti pesanti, cibi caldi, termosifoni e mani fredde.

Voglio sentire quell’odore che c’è al tramonto a casa mia, quell’odore di fiori e di sole, l”’odore d’estate”, così lo chiamavo da piccola. Voglio morire di caldo e farmi vento con i foglietti di carta pur di respirare un po’. Voglio andare a letto e dormire solo con il lenzuolo addosso, e non con due coperte ed il pigiama di pail. Voglio portare sempre gli occhiali da sole e non sentire gente che mi dice ”Ma cosa li porti a fare se ci sono le nuvole?” e io che puntualmente rispondo ”Dio mio,  è che mi dà fastidio la luce del sole filtrato dalle le nuvole!”. E nessuno lo capisce, e nessuno mi lascia stare, perchè in questa città non si possono nemmeno portare degli occhiali da sole quando piove; e in questa città bisogna uscire di sabato, e andare a sprecare tempo in quel vicolo puzzolente e buio, e bisogna vestirsi con i tacchi il fine settimana e con le scarpe da ginnastica il mercoledì.
Voglio portare le canottiere bianche, di quelle che tengono freschi; e voglio andare in giro con i tacchi e i pantaloni corti anche di pomeriggio. Voglio sentire tutti quegli insetti che di notte fanno dei concerti assurdi, ed i grilli che non la smettono più. Voglio vedere il mio cane che gioca con le lucertole, e poi il mare, e la sabbia calda su cui ti sdrai quando hai freddo dopo il bagno. Vogio prendere il sole, sentire la mia pelle che si colora, poi guardare l’abbronzatura e dire ogni volta ”Non ci posso credere che d’inverno ero così biancaa”, e mia madre che dice ”Cavolo lo dici ogni anno!”.
Ed è vero, lo dico ogni anno.

Annunci