L’abbiamo portata con una scusa in Aula Magna, e lì l’aspettavamo, noi delle quattro classi con cui è stata. Le abbiamo fatto tutti un regalo..

Ha finito col commuoversi, nonostante cercasse di trattenersi. Abbiamo finito con l’imitarla proprio come quando ripetevamo insieme a lei la pronuncia di strane parole. Ho finito col pensare che anche a scuola si conoscono adulti che non siano pronti a giudicarti, adulti che hanno emozioni, che ti parlano della loro vita, delle loro esperienze e dei loro desideri.

Lei l’ha fatto, ed è per questo che ho pianto quando è andata via.

Annunci