Io vorrei proprio chiedere a questi giornalisti ”Ma secondo voi cosamenefrega del fatto che Barak Obama non si accende una sigaretta da mesi???”.

Abbiamo creato un mondo pieno di tecnologie di cui noi stessi ci lamentiamo costantemente…siamo i primi ad avere due telefoni, internet, computer, e qualsiasi altra strana distorsione di voci, occhi, mani e quant’altro riguardi il genere umano. Tutto è meccanico e privo di emozioni qui intorno, e forse non potrà che peggiorare. Tra un po’ di anni invece di un bambino partorirò una macchina.

Siamo così sommersi dalle nostre stupide creazioni che ne abbiamo perso il più totale controllo, come “quel film” in cui i robot prendono il sopravvento. Sicuri sia solo un film?

Siamo pieni di oggetti che ci hanno resi materialisti come nessuno mai prima d’ora, e cerchiamo una perfezione che non potrà mai esistere. Siamo pieni di rumore e cerchiamo la calma pur essendo i primi ad urlare.

Siamo così pieni di affetti che nulla ci basta per farci sentire bene, a casa, al sicuro… Mi serve una canzone per ricordare chi sono stasera, perchè stasera sento che mi manca un pezzo.

Kilometri di distanza ci separano da sogni irragiungibili, anni-luce da pensieri e ricordi ormai impalpabili. Ma qualcosa nel presente ancora c’è… ed è qualcosa di allucinantemente emozionante, credo.

Ora so benissimo quel pezzo dov’è.

Annunci