Vorrei essere un piccolo colibrì nella mia vita, o un enorme elefante. Vorrei essere qualcosa di ‘enormemente’… vorrei essere qualcosa di speciale.

E ora tutto quello che rimane è un simbolo che forse non ha più senso, e una canzone che non ascolto più perché non ho tempo e le mie giornate sono diventate un tutt’uno di impegni e stupidi ricordi.
Faccio pensieri strani sul mio passato, e anche sul futuro, pensando che forse non sono nemmeno così brava a scrivere.

L’inverno inevitabilmente arriva per tutti, ed eccolo qua, senza nessuna previsione, nessun preavviso, e solo con un gran freddo. Inaspettato, sconvolgente, toglie il fiato come quell’estate che arrivò quando ormai nessuno se l’aspettava più. Manca il fiato, manca il fiato per le lacrime che cadono senza avvisare, e le si asciuga velocemente anche se si è soli in casa, per non ammettere a se stessi di aver perso volontariamente qualcosa che non era poi così male.

E sono le stesse facce, gli stessi programmi, le stesse teorie. Forse sono anche le stesse lacrime. Cambia il ritmo del cuore, e la sua frequenza, o cadenza, o che dir si voglia.
E non è vero che questo computer ha autonomia di 20 minuti,non sono vere tante altre cose, ma probabilmente ci crederemo per un bel po’ di tempo. E forse è di questo che abbiamo bisogno…di stupide convinzioni a cui credere per tirare avanti ed essere convinti che tutto ciò che facciamo è giusto.

E quanto si è stupidi quando non si fa qualcosa per paura che l’altro non la ricambi?
Quanto si è stupidi quando si lasciano sfuggire emozioni troppo vicine da far paura?

  • E io sono sicura che mi allontanerai, per questo non ti abbraccerò.
  • E sono sicuro di non passare un esame, per questo non lo farò.
  • Sono sicura di non amare più, per questo non darò più fiducia.
  • Sono sicuro di soffrire di nuovo, per questo non sorriderò.

E ho la sensazione che mi esca il cuore dal petto, e ho voglia di urlare,e correre, e piangere, e fare un gran casino. E anche se molto probabilmente non farò niente, tutto ciò succederà dentro di me, e farà ancora più male.

Mi è sempre piaciuta la gente con le lentiggini.

Annunci