C’è una ragazza obesa di circa vent’anni che porta ancora gli indumenti dei cartoni animati..e c’è un ragazzo-padre con la bimba piccola a cui non sembra interessare della spesa..lui continua a giocare con la sua piccola con qualsiasi cosa che gli capita per le mani. Tutti sono stanchi e scoglionati qui, tranne lui, con la sua bimba nel carrello.

Poi c’è uno di quei falsi imprenditori, come quello che incontrammo nel treno di ritorno da Conegliano, uno di quelli che si credono chissà chi, che mentre fa la spesa continua a chiamare gente a telefono per chiedere semplicemente ‘Come va?!’. Lui fa ottocento giri perchè a furia di telefonare si dimentica di ciò che deve comprare. C’è una signora che cerca di superare da quando è arrivata e non si arrende. C’è la cassiera che vorrebbe divorarsi le signore un po’ per la fame e un po’ perchè è incazzata nera per essere qui a lavorare ora.

E poi ci sono io che guardo tutta questa gente e mi stupisco di come possa essere diversa e soprattutto strana. Poi ci sono io che faccio una spesa modesta per stasera e compro un pensiero per te. Poi ci sono io che non vedo l’ora di rivederti anche se è passata soltanto mezza giornata…<3

Annunci